Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Tu sei qui: Home / Proprietari / FAQ / Cancro: terapie

Cancro: terapie


Mostra o nascondi le riposte Cosa dovrebbe fare un veterinario quando ha il sospetto di un tumore?
Esistono tre semplici e fondamentali regole in Oncologia: biopsare, biopsare e biopsare.
Ogni veterinario di fronte ad un nodulo sospetto dovrebbe fare una biopsia per capire di che tipo di tumore si tratta e quindi decidere i passi successivi. Le biopsie non rappresentano nessun rischio di diffusione del tumore e non peggiorano la prognosi. Unica eccezione: il carcinoma della vescica, dove sono necessarie alcune precauzioni.
Mostra o nascondi le riposte Ogni tumore può essere trattato?

In teoria si, ogni tumore può essere trattato e molti possono essere guariti. La prognosi dipende dal tumore e dallo stadio della malattia: quindi aspettare e osservare un tumore per vedere cosa succede non serve a niente, anzi peggiora di solito la prognosi.

Mostra o nascondi le riposte Ogni tumore viene trattato allo stesso modo?

No: ogni tumore richiede una peculiare terapia. Per questo motivo è fondamentale ottenere una diagnosi precisa prima di decidere qualsiasi terapia.

Mostra o nascondi le riposte Le terapie contro il cancro sono uno stress per gli animali?

Le terapie vengono discusse con i proprietari e decise in base al tumore, all'estensione ma anche al carattere dell'animale. Per animali molto ansiosi e paurosi si possono trovare compromessi non traumatici, che prevedono solo visite corte e non frequenti.

Mostra o nascondi le riposte Quali sono i possibili effetti collaterali di chirurgia, radioterapia e chemioterapia?

Chirurgia: nel periodo post-operatorio è possibile che si verifichino gonfiori o infiammazioni. Il rischio di problemi varia molto a seconda della localizzazione del tumore ed è bene discutere con un chirurgo esperto i possibili effetti collaterali.

Radioterapia: gli effetti collaterali dipendono molto dal tipo di protocollo, dalla dose di radiazioni ricevute, dal campo di irradiazione e dalla localizzazione del tumore. La prima cosa che di solito si nota è una reazione della pelle, simile ad un eritema solare, che può durare fino a tre settimane. La zona irradiata di solito perde il pelo, e il pelo che ricresce in seguito può assumere un colore diverso.

Con la Chemioterapia di solito non cadono i peli (solo in alcune razze come barboncini o terrier). Gli effetti collaterali più comuni sono disturbi gastrointestinali che di solito sono facilmente controllabili con anti-emetici ed antibiotici. Altri effetti possono essere mielosoppressione od altre tossicità d'organo, che comunque vengono spiegati dall'oncologo prima di iniziare la terapia. Ogni chemioterapico possiede virtù ed effetti peculiari che devono essere conosciuti approfonditamente. In ogni caso la chemioterapia negli animali non deve spaventare se applicata con criterio, in quanto le dosi e le somministrazioni sono molto diverse da quelle umane e calibrate per gli animali.

Mostra o nascondi le riposte Quali sono i costi per la terapia contro il cancro?

I costi dipendono molto dal tipo di tumore: alcuni tumori richiedono solo una semplice chirurgia o terapia medica, altri terapie più complesse e costose. I prezzi variano più o meno dai 400 ai 6000 CHF.

Mostra o nascondi le riposte Come viene decisa la terapia per il mio animale?

Le terapie vengono decise sulla base della diagnosi e della stadiazione: significa utilizzare diversi metodi di diagnostica per immagini (ecografia, radiografie, tomografia computerizzata) per valutare con precisione l'estensione del tumore. Naturalmente è anche importante valutare lo stato generale dell'animale, per questo spesso vengono richiesti anche esami del sangue: infatti alcune alterazioni metaboliche possono escludere la terapia con chemioterapici, per esempio.

Mostra o nascondi le riposte Gli animali ammalati di cancro devono seguire una dieta particolare?

La nostra regola fondamentale è che gli animali ammalati e/o in terapia devono mangiare: non importa cosa, ma il loro organismo ha bisogno di energia, digiuni prolungati affaticano il corpo e non aiutano a combattere il cancro. Quindi se il vostro amico non ha molto appetito, offritegli cibi che lui ama molto. nel caso in cui 'appetito non fosse un problema, una dieta scarsa di carboidrati e ricca in proteine e grassi è consigliata: infatti le cellule tumorali riescono a metabolizzare gli zuccheri semplici ma non i grassi.